Italia Educante

PROGETTO EDUCATIVO NAZIONALE

Quattro anni per indurre un cambiamento dei modelli educativi e irrobustire la cresita di migliaia di ragazzi attraverso un modello nazionale basato open-schooling, specializzato e capace di coinvolgere attori diversi, mettendo a in rete le comunità educanti. Per combattere impoverimento delle copetenze e abbandono scolastico. Guardando l'oggi dei ragazzi, in vista del loro domani.

ItaliaEducante è un coraggioso progetto di resilienza educativa promosso dalla "Congregazione dei Giuseppini del Murialdo" e selezionato da "Con i Bambini" nell’ambito del "Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile". Con un programma che si sviluppa in un quadriennio, il progetto ha l'obiettivo di coinvolgere migliaia di bambini e ragazzi in attività formative e di accompagnamento per irrobustire le loro competenze e fare emergere i loro talenti.

Gli obiettivi e il programma

ItaliaEducante. Ecosistemi Innovativi di Resilienza Educativa si sviluppa dal 2018 al 2022, coinvolgendo 7 regioni italiane – Calabria, Campania, Emilia Romagna, Piemonte, Puglia, Trentino Alto Adige, Veneto – e attivando 13 Hub Educanti ovvero luoghi nei quali accogliere e accompagnare i ragazzi in momenti di qualità finalizzati all’emersione dei loro talenti e allo sviluppo di competenze, sostenendoli verso l’autonomia responsabile e per agire proattivamente nell’ambiente in cui vivono.

Grazie ad una solida rete che coinvolge 160 partner tra enti locali, privati, imprese non profit, agenzie formative, associazioni del terzo settore, scuole, ItaliaEducante è il primo progetto a valenza nazionale che si propone di coinvolgere, nell’arco di quattro anni, 13.000 ragazzi tra 11 e 17 anni ad elevato rischio di dispersione scolastica, in percorsi motivazionali e di formazione personalizzata utili al progressivo ed efficace riaggancio e reinserimento sociale.

Attraverso percorsi strutturati che si rifanno al modello valoriale murialdino delle 4A (Accoglienza, Accompagnamento, Autonomia, Ambiente), il progetto ha messo in campo attività sportive, laboratori teatrali ed artistici, sperimentazioni di arti e mestieri, partecipazione a incontri con imprese e attività professionali ad ampio spettro, coinvolgimento in momenti di co-creazione e progettazione – vie privilegiate per riattivare motivazione positiva e capacità di mettersi in gioco nei ragazzi con cui si viene in contatto.

Il progetto, coordinato a livello nazionale dalla Congregazione, sviluppa e innova l’esperienza socio-educativa e di inclusione sociale centenaria maturata dal carisma del Murialdo nei territori in cui opera dal 1800.


Nel marzo 2020, la pandemia da Covid-19 ha richiesto di ridefinire il piano di attività e le modalità d’azione, per non disperdere il buon lavoro svolto e continuare a offrire supporto alle scuole.

Sono stati implementati sistemi di apprendimento a distanza, e di assistenza a ragazzi e famiglie che vivevano particolari situazioni di fragilità. Gli Hub hanno predisposto una serie di attività alternative alla modalità classica di gestione in presenza. Tutte le attività sono state rogettate con massima attenzione a ridurre differenze di accesso fra gli studenti, in modo che chi non potesse contare sul supporto dei genitori e su strumenti per la didattica non risultasse ancora più svantaggiato. E’ stata quindi data particolare attenzione nell’adeguare le attività per non “disperdere/tralasciare” fasce deboli che di fatto rappresentano il core target del progetto ItaliaEducante.

At a glance

20 scatti

PER SAPERNE DI PIÙ


Informazioni

Enrico Dessy
Project manager
EduCARE

enrico.dessy@italiaeducante.org