L’Opera Torinese del Murialdo è una comunità che desidera incarnare nell’oggi la spiritualità e le azioni della tradizione carismatica murialdina.
Enti differenti ed operanti in molteplici ambiti e contesti, appartenenti ad un unico ecosistema nel quale la Congregazione di San Giuseppe fa saldo punto di riferimento spirituale e da guida strategica, vivono la responsabilità di dare continuità ed incentivazione al percorso valoriale della Congregazione stessa.

Al centro delle nostre azioni sociali poniamo sempre la persona e la sua interazione con la società, dalla famiglia al mondo del lavoro.
La nostra mission è quella di ACCOGLIERE e ACCOMPAGNARE i giovani, in un AMBIENTE educativo di eccellenza, verso la propria AUTONOMIA.
Strumenti privilegiati dei percorsi di autonomia sono l’istruzione, la formazione e l’avviamento al lavoro.

FERRANTE
APORTI
trattino

Spes@Labor è un progetto che mira al reinserimento di giovani detenuti dell’Istituto Penale per Minorenni Ferrante Aporti all’interno del tessuto sociale: i ragazzi, producendo cioccolato nel laboratorio interno al carcere, imparano a relazionarsi e a ‘fare bene il bene’ in un ambiente di ascolto e condivisione.

GENERATIVITÀ
SOCIALE
trattino

SocialFare® è il primo Centro per l’Innovazione Sociale in Italia e opera con l’obiettivo di trovare soluzioni per il Bene Comune, generando valore economico dal valore sociale. Le persone e le comunità sono al centro dell’attenzione e della generazione di ecosistemi di sostenibilità sociale.

AREA
AUTONOMIA
trattino

Il pensionato integrato è un luogo dove convivono due realtà diverse come quella della residenza universitaria e quella del pensionato riservato all’accoglienza di minorenni. Qui entrambe le anime convivono contaminandosi e influenzando positivamente la crescita dei giovani residenti al Collegio Artigianelli.

Entra in contatto con noi!

Iscriviti alla nostra newsletter!

Abbiamo come cura e come finalità
ciò che di più prezioso c’è nella società: la gioventù;
e ciò che di più prezioso c’è nella gioventù, il cuore!
(L. Murialdo, Scritti, IV, p. 326)